CALONEGO

dadgad guitar music

GOOGLE TRANSLATE

RASSEGNA STAMPA 

 

ARCHIVIO 

ATKINS DADI GUITAR PLAYERS ASSOCIATION

ATKINS DADI GUITAR PLAYERS ASSOCIATION

MOGOL

MOGOL

FRANCO MUSSIDA

FRANCO MUSSIDA

JOHNSON RIGHEIRA

JOHNSON RIGHEIRA

CLUB TENCO

CLUB TENCO

SANREMO

SANREMO

CASTELLO OLDOFREDI

CASTELLO OLDOFREDI

TARGA SIAE

TARGA SIAE

FESTIVAL DE ISSOUDUN

FESTIVAL DE ISSOUDUN

HOLLYWOOD

HOLLYWOOD

CHITARRA ACUSTICA 5-2020

CHITARRA ACUSTICA 5-2020

CINEMA ANTEO

CINEMA ANTEO

BODY&SOUND AL CINEMA

BODY&SOUND AL CINEMA

ADGPA - RENDEZ VOUS

ADGPA - RENDEZ VOUS

VILLA TITTONI

VILLA TITTONI

MUSIC PRESS

MUSIC PRESS

SONCINO

SONCINO

ADGPA

ADGPA

IL MESSAGGERO

IL MESSAGGERO

BIOGRAFIA COMPLETA  

 

Sergio Arturo Calonego è autore SIAE dalla metà degli anni '90 ed ha all'attivo un’importante attività concertistica, ormai più di 800 concerti, che lo ha portato a esibirsi in live club e festival dedicati alla musica strumentale per chitarra, world music e canzone d’autore. Ha partecipato alla realizzazione di cinque dischi in qualità di autore e strumentista e realizzato tre dischi di “chitarra sola”: Marinere (2013), Dadigadì (2015) e Frontera (2019) per i quali ha ricevuto importanti riconoscimenti dalla critica e dagli addetti ai lavori: ha ricevuto una Targa SIAE che gli è stata consegnata personalmente da Mogol, il premio miglior chitarrista emergente dall’Atkins Dadì Guitar Players Association e il primo premio “L’artista che non c’era” per la musica strumentale che gli è stato consegnato da Franco Mussida e il primo premio MAF Guitar Festival di Fiorano. Alcuni suoi brani strumentali sono entrati far parte del progetto C02 musica nelle carceri patrocinato dal Ministero della Giustizia col patronato della Presidenza della Repubblica. Il videoclip del brano Dadigadì, regia di Alberto Nacci, ha vinto cinque premi internazionali fra cui l’Hollywood International Moving Pictures Festival, Bellingham Music Film Fest, Phoenix Film Festival Melbourne, Alaska International Film Awards e è diventato un capitolo del film “Body&Sound”, un film documentario realizzato dallo stesso Nacci che vede protagonisti importanti musicisti di estrazione jazz fra i quali Paolo Fresu, Claudio Fasoli, Claudio Angeleri e Livio Gianola.  La sua musica è stata recensita da importanti riviste e siti musicali di settore quali, Guitar Club, Chitarra Acustica, Amadeus Classic Music, Fingerpicking.net, Isola della Musica, Folk Bulletin, ha aperto concerti di artisti italiani e stranieri fra quali Davide Van de Sfroos (ITA), Eugenio Finardi (ITA), Garland Jeffreys (USA), Bocephus King (CAN), Malcom Holcombe (USA), Calexico (USA), Paolo Bonfanti (ITA) e Jacques Stotzem (BE) esibendosi in importanti rassegne fra le quali il Club Tenco, al Festival de la Guitare de Issoudun in Francia, al dopo festival di Sanreno, MAF Guitar Festival di Fiorano, ADGPA International Rendez Vous, Alcatraz di Milano, Ferentino Acustica al Festival Internazionale di Menaggio e al Paese a sei corde. Si esibisce da solo con chitarra classica e acustica utilizzando un’accordatura modale di derivazione araba. In concerto trasforma la chitarra in una piccola orchestra con una tecnica che abbraccia il nuovo senza dimenticare la tradizione. Melodia e tecniche contemporanee convivono in lui senza alcun pregiudizio formale.